squalifica mutu

commissione antidoping

adrian mutu
preferiti
scommesse

Forse un anno di squalifica a Mutu   

 

La commissione antidoping del Comitato Olimpico Italiano (CONI) ha richiesto un anno di squalifica per il giocatore rumeno della Fiorentina Adrian Mutu a causa dei due risultati positivi alla sibutramina emersi dai controlli realizzati negli scorsi 10 e 20 gennaio in Italia.

Secondo quanto comunicato dal CONI in una nota, il comitato ha delegato la questione mercoledì al Tribunale Nazionale Antidoping affinché questo punisca il giocatore considerando l’articolo 2.1 del codice dell’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA, la sigla inglese).

Le autorità del CONI hanno richiesto una squalifica di un anno per Mutu, uno dei giocatori più decisivi per la formazione toscana, in base all’articolo 10.4 dello stesso codice della WADA.

Il risultato positivo alla sibutramina è emerso attraverso dei controlli realizzati in seguito alle partita disputate dalla Fiorentina contro il Bari del 10 gennaio scorso in campionato e contro la Lazio del 20 gennaio in Coppa Italia. Mutu era già stato sospeso lo scorso 29 gennaio dopo essere risultato positivo per la prima volta alla sibutramina, una sostanza stimolante che annulla gli stimoli della fame.

Dopo la notizia del primo risultato positivo, il quotidiano romeno "Prosport" aveva pubblicato che la madre di Mutu aveva spedito qualche settimana prima una serie di medicinali a suo figlio per velocizzare il recupero del giocatore in seguito ad un’operazione al ginocchio.

In teoria alcuni dei composti di suddetti medicinali, secondo il quotidiano, conteneva la sostanza proibita riscontrata nel sangue di Mutu, che è, inoltre, una componente che è solito trovare nei medicinali dimagranti. Mutu era già risultato positivo alla cocaina nel 2004 quando militava nell’inglese Chelsea.
© Scommesse Sportive .it Tutti i diritti riservati